COSA E’ L’UNITA’ DI CURE PALLIATIVE DOMICILIARI

L’ucp-dom consiste in un complesso integrato di cure, erogate da soggetti accreditati per le Cure Palliative ed il setting specifico, attraverso équipe multiprofessionali e multidisciplinari dedicate (prestazioni professionali di tipo medico, infermieristico, riabilitativo, psicologico, da aiuto infermieristico-OSS, assistenza tutelare e sostegno spirituale).

I percorsi domiciliari prevedono un livello di base e un livello specialistico tra loro interdipendenti in funzione della stabilità-instabilità clinica e assistenziale.

L’Unità di Cure Palliative si rivolge ai malati che hanno bisogni complessi ad alto assorbimento di risorse assistenziali ma a basso consumo di risorse diagnostiche e terapeutiche; si tratta di malati che a seguito dell’accesso in un percorso di Cure Palliative, difficilmente si spostano da un nodo erogativo all’altro, così come definito nel presente documento, perché la tipologia dei bisogni rimane costantemente caratterizzata da un evento finale atteso (exitus), seppur con variazioni anche improvvise dell’intensità assistenziale che danno luogo a bisogni variabili in un tempo limitato. Più frequentemente si assiste invece a passaggi da un setting all’altro all’interno di un unico percorso assistenziale di Cure Palliative.

Il periodo di presa in carico dei malati con patologie in fase avanzata è variabile in funzione della natura oncologica o non oncologica della malattia (settimane-mesi), ma resta temporalmente limitato rispetto ai percorsi clinico assistenziali dei malati affetti da patologie croniche (anni).

OBIETTIVI DELL’UCP-DOM:
– prendere in carico precocemente il bisogno di Cure Palliative;
– promuovere e adottare PDTA specifici del paziente;
– promuovere e adottare le procedure necessarie al funzionamento della Rete Locale;
– favorire una presa in carico proattiva del malato in dimissione dalle Unità di offerta del Sistema sanitario
– per acuti, sub acuti e del Territorio, supportare la famiglia durante tutto il percorso assistenziale;
– favorire l’integrazione e promuovere l’equipe professionale e la componente di volontariato.

TERRITORI NEI QUALI VIENE EROGATO IL SERVIZIO DI UCP-DOM

ATS BERGAMO dal 27/09/2012 D.d.g. 8394 del 27/09/2012
– ex distretto Sanitario di Dalmine
– ex distretto sanitario di Treviglio
– ex distretto sanitario di Romano di Lombardia dal 28/03/2013
– ex distretto sanitario di Isola Bergamasca dal 27/01/2014
– ex distretto sanitario di Bergamo dal 27/05/2016

ATS CITTA’ METROPOLITANA DI MILANO
– ex distretti sanitari ASST Melegnano e Martesana intero territorio dal 11/12/2012

ATS VALPADANA
– ex distretto sanitario di Crema dal 27/01/2014

ATS BRIANZA
– ex distretto sanitario di Vimercate dal 05/02/2015

COME AVVIENE L’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

Viene attivato dalla Rete Locale di Cure Palliative

dimissione protetta dalla struttura di ricovero, a seguito della valutazione del medico palliativista della struttura stessa
– proposta di un medico specialista
– proposta del MMG/PLS
– accesso diretto da parte del paziente o del caregiver
– segnalazione dei servizi sociali

L’operatore dell’ente scelto effettua una valutazione a domicilio del paziente e compila il Fascicolo Socio-Sanitario (Fasas). A domicilio viene lasciato il diario che viene consultato e compilato da tutti gli operatori che partecipano all’assistenza, i quali vi annotano i propri interventi. Viene formulato un Piano di Assistenza Individualizzata (PAI) e un Progetto Individualizzato (PI) sottoscritto dall’ente erogatore, dal MAP e dal paziente o dal familiare. Per lo svolgimento del servizio
gli operatori dell’ente erogatore sono provvisti del materiale necessario previsto dal protocollo (guanti, materiale per medicazioni, disinfezione, ecc..) e di un cartellino di riconoscimento che identifica la figura professionale e l’ente per il quale opera. Mensilmente gli operatori dell’UCP-DOM si confrontano con i famigliari e con il medico di base.

TEMPI E MODI DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO

La Fondazione San Giuliano ONLUS si impegna a rispettare i seguenti tempi di attivazione 24 ore.

È attivo il servizio di segreteria con servizio di front-office, anche telefonico, per almeno 7 ore al giorno dal lunedì al venerdì

Gli interventi sono programmati e articolati in base al PAI 7 giorni su 7

È garantita la pronta disponibilità medica e infermieristica sulle 24 ore e l’intervento avviene in 30 minuti dalla segnalazione , anche per la necessità di fornire supporto alla famiglia e/o al care giver in funzione del PAI.

La Pronta disponibilità è assicurata anche avvalendosi di sinergie formalmente definite con altri soggetti erogatori accreditati nell’ambito della Rete Locale di Cure Palliative.

FIGURE PROFESSIONALI PRESENTI

L’Unità Operativa UCPDOM garantisce le seguenti figure professionali:
– Responsabile Sanitario medico con esperienza biennale in gestione dei servizi sociosanitari
– Personale medico con specializzazione specifica in geriatria/disciplina equipollente o medicina interna/disciplina equipollente
– Personale infermieristico
– ASA
– OSS
– Fisiatra/disciplina equipollente
– Professionisti della riabilitazione
– Educatori
– Psicologo

I LIVELLI DI ASSISTENZA IN UCP-DOM

LIVELLO BASE
interventi rivolti ai malati con bisogni clinici e assistenziali a decorso stabile con minor tendenza a sviluppare le complicanze
interventi sono programmabili

LIVELLO SPECIALISTICO
interventi rivolti a malati con bisogni clinici e assistenziali complessi legati anche all’instabilità clinica e ai sintomi di difficile controllo